Conservare il calore in casa e risparmiare sulla bolletta


Arte del Costruire

Il “blower door test” rende evidente l’efficienza energetica di un ambiente. L’interno dell’abitazione viene isolato e, tramite un ventilatore collegato all’esterno, si crea una depressione per verificare il passaggio di aria nei punti critici, come porte e finestre. Utilizzando il fumo degli effetti speciali cinematografici, si individuano a vista le perdite affinché vengano sigillate. In questo modo il calore rimane dentro casa e la bolletta si congela.


È uno dei metodi utilizzati per ridurre l’impatto ambientale dei fabbricati, una specialità di Arte Del Costruire, gruppo di tre professionisti (Alessandro Casalloni, Rocco Condò ed Erik Pizzolotto) con sede ad Aosta in via Parigi 161, dove presentano tecnologie e materiali innovativi. «Sin da subito – spiega Erik Pizzolotto – il nostro obiettivo è stato collaborare con aziende capaci di rispondere alle esigenze tecniche delle case moderne, garantendo la massima qualità. Forniamo soluzioni complete di serramenti, privilegiando legno e legno-alluminio perché mantengono inalterata la qualità per molto tempo. Un infisso in legno-alluminio, infatti, dura anche quarant’anni». Inoltre, con le nuove verniciature su legno, garantite dieci anni, anche la manutenzione ordinaria viene ridotta.


La società è partner di Cobola, azienda fondata dagli anni Quaranta e attenta sia alla fase produttiva (per esempio utilizzando legno da piantagioni sudamericane di proprietà), sia all’installazione in loco. Per rispettare i parametri richiesti a progetto, infatti, bisogna seguire precise regole durante la posa in opera, curando le giunzioni, scegliendo isolanti appropriati e realizzando un assemblaggio compatto che garantisca trasmittanza termica, permeabilità all’aria, tenuta all’acqua, resistenza ai carichi di vento e isolamento acustico.

#2015 #blog