Facebook, Twitter e Instagram per matrimoni 2.0


Centopercentoeventi

Il matrimonio è social. È questa l’ultima tendenza, tecnologicamente raffinata, per sposi 2.0. A raccontarlo è Astrid Rolando, titolare di Centopercento Eventi, agenzia wedding con sede ad Aosta in via Lys 25. «In un caso, abbiamo fatto un sito Internet apposta per il matrimonio; su ogni tavolo gli ospiti erano invitati a sbizzarrirsi con le foto, per pubblicarle subito, attraverso un hashtag dedicato (una parola chiave), sul sito degli sposi, visibile in diretta sullo schermo collegato al computer presente in sala». Oppure il Photo Booth, un piccolo set fotografico con accessori spiritosi come baffetti, cuoricini, faccine, cornici, nel quale le persone si mettono in posa per un selfie da condividere sui social network.


Facebook, Twitter e Instagram, dunque, come evoluzione della classica partecipazione di nozze. Il passato, però, ritorna di moda nella scelta della location. Sono gli antichi manieri, infatti, una delle mete più ambite. «Siamo stati tra i primi – dice Astrid Rolando - a organizzare i matrimoni nei castelli valdostani pubblici. Nel 2014 ne abbiamo fatti due, al castello di Sarre e al castello Baron Gamba di Châtillon, e sono piaciuti molto». Si sono occupati di acquisire le autorizzazioni, indispensabili in quanto beni pubblici di proprietà della Regione Valle d’Aosta, concordare l’affitto, montare le tensostrutture, gestire l’evento e rimettere perfettamente in ordine a festa finita. L’utilizzo è stato attento alla tutela del bene culturale, scegliendo di utilizzare le aree esterne, come i magnifici parchi, di dimensioni ragguardevoli e, dunque, con la possibilità di ospitare molti invitati.

#2015 #blog